SABAHUDIN HADŽIALIĆ

Anche Sabahudin l’ho conosciuto a Tetova, alle “Giornate per Naim” (Naim Frasheri, il poeta albanese caro a Shaip Emerllahu, organizzatore del Festival internazionale cui ho partecipato per la terza volta…): Sabahudin – “the tallest poet in the history of the Festival” – scrive in maniera sincopata, e onirica.

Sabahudin alla presentazione di Jenifer Greene all’American Corner a Tetova

…ETERNAL DREAMS

Io grido il suo nome

a notte

quando lei dorme

Il riflesso della probabilità

è fuori della portata

dell’anima mia mortale

perché

Arianna

srotolò un filo

da un nocciolo fuso

Il mio cuore!

Grido il suo nome

all’alba

mentre lei dorme

È forte lei nel suo

equilibrio

mentre ciondola

sulla pietra tombale

nel cimitero

del mio…

destino

 

STRANGE DREAM

Mani seppellite giù

nella sabbia

Mani macchiate di sangue

entrambe

Cerco di giungere al fondo del pozzo di sabbia

scavando profondo

avvertendo la pena

Due occhi blu

tuffo profondo

verso di te

Occhi iniettati di sangue

entrambi

Portato sull’onda di lacrime disperate

cerco di catturare un tuo sguardo

ma tu

sparivi oltre l’orizzonte

Ah!

Ti avvicinavi furtiva

e abbracciavi

il mondo!

Advertisements

Una Risposta to “SABAHUDIN HADŽIALIĆ”

  1. princess Says:

    a beautiful poem and great translation to italian

    ps. i’ve read this poem in its original language – bosnian and then english translation when it came out – reading it in italian is priceless

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: