A ZONZO CON AMERIGO

IL NUOVO LIBRO DI AMERIGO IANNACONE E’ LA RIEDIZIONE DI UN LAVORO MOLTO SIGNIFICATIVO NELLA SUA PRODUZIONE LETTERARIA: A ZONZO NEL TEMPO CHE FU.

Io non posso dimenticare che al tempo della prima uscita di queste memorie di Amerigo, una decina di anni fa, mio padre pubblicava il suo ultimo libro: Casale. Memorie del tempo che fu… per le edizioni EVA (come più volte abbiamo fatto – io e lui – in quegli anni).
Forse in quel libro di mio padre, essendo stato scritto a ottanta anni e passa… c’è meno rabbia e più dolcezza contemplativa – forse Amerigo ancora deve sbollire, ancora spera (in cuor suo, anche se usa la parola odiare che a mio padre non sarebbe mai venuta in mente… per il suo paese)
L’atmosfera però è la stessa, e Amerigo lo riconosce quando scrive che il suo racconto è dedicato a tutto il Sud, non solo a Ceppagna, non solo al Molise: il Sud è Sud ovunque, infatti, prima e dopo Eboli (anche in Macedonia, dove sono appena stato… – fa rabbia piuttosto che lo sia ancora mentre altrove sia già Nord! e da parecchio, ormai – altro che festeggiare i 150 anni… ma forse il federalismo non farebbe rinascere la vita a Ceppagna o a Casale…
Nelle pagine di Amerigo si scoprono piaghe dolorose, ma si riesce anche a sorridere, col necessario distacco del tempo (quando si parla di episodi dell’infanzia, della scuola di un tempo…) e col distacco dello spazio (per chi vive in ben altre condizioni è difficile credere che si possa vivere in condizioni tanto precarie, solo pochi decenni fa, solo a poche decine di chilometri da qui!)
Opportuna la nuova edizione di un lavoro certo importante nella sterminata bibliografia di Iannacone, e al momento giusto, per festeggiare i 30 anni di attività ma soprattutto, penso, i 60 di vita… un tuffo nel passato in cerca di chiavi per interpretare un presente non molto diverso, un augurio però, anche – penso, spero – perché da quell’andare “a zonzo” non si perda la voglia di credere nella possibilità di crescere, nella volontà di crescere, insieme, poiché “il tempo che fu” rimanga tale nell’armadio dei ricordi e non faccia ombra al futuro che intanto arriva di corsa.

Annunci

Una Risposta to “A ZONZO CON AMERIGO”

  1. Giuseppe Says:

    L’incontro da “Margherita” è stato affettuoso più che critico, com’era d’altronde giusto che fosse – in presenza di pochi amici e pochi altri occasionali visitatori della libreria… Meno male che Margherita ha solo 18 sedie! Comunque, siamo rimasti tutti contenti di esserci incontrati e ci ripromettiamo di farlo ancora: incontrarsi è una parola molto importante. Farlo in un ambiente accogliente (pieno di libri, per noi che amiamo i libri) è piacevole, arricchisce. Alla prossima occasione, allora! per essere almeno pochi amici che si stimano e si vogliono bene (e vogliono bene alla poesia).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: