Una memoria necessaria

 

“GEORGES ANTOINE DRANO”

le mouvement interrompu

di Nicole Drano Stamberg e Georges Drano – AVL Diffusion – 2010

Un’opera contro natura, una di quelle cose che non si dovrebbero fare, eppure è un libro necessario, non soltanto perché così l’hanno sentito gli autori, ma proprio perché doveva esserci, era giusto che il lavoro di una vita fosse degnamente ricordato. E peccato che quella vita sia stata così crudelmente breve, da impedire a quel lavoro di essere apprezzato ancor più di quanto già lo fosse; peccato che sia toccato ad altri, ai genitori, il compito di mettere insieme i cocci e ricostruire una vita precocemente spezzata. Ecco perché è contro natura: tocca ai figli narrare la storia dei padri, non viceversa! Se accade, l’opera di ricostruzione è particolarmente dolorosa, certo più di quanto lo sia quella di un figlio che racconta le vicende paterne.
Se Nicole e Georges Drano hanno sentito il bisogno di una biografia postuma del figlio Georges Antoine è perché hanno sentito quanto ingiusta fosse stata con lui la sorte, strappato a soli trent’anni alla vita, a una carriera già brillante – appunto quella nel loro libro hanno cercato di presentare, a quella almeno hanno voluto rendere omaggio rendendola pubblica anche per coloro che non ebbero la ventura di conoscerla. Ed era necessario farlo, poiché un “movimento interrotto” non fosse dimenticato.
L’opera di Georges e Nicole ripercorre brevemente le tappe dell’esistenza terrena di GA, nato nel marzo del 1964 e deceduto nel settembre del 1994; racconta delle sue esperienze scolastiche, dei viaggi con i genitori, delle amicizie, della passione per l’arte, il disegno, la moda. Il volume, di mole considerevole, è anche e soprattutto un catalogo, e presenta una vastissima raccolta di quadri, figurini (È impressionante la quantità di lavori proposti nelle tecniche più varie), e foto, tante fotografie del ragazzo che non fece in tempo a diventare uomo.
Dedicato a tutti coloro che l’hanno conosciuto, “amato, incoraggiato e aiutato”, il libro è necessario però specialmente per coloro che non hanno conosciuto GA e vi trovano l’opportunità per farlo adesso, nella ricognizione completa curata dai genitori, ai quali va quindi non il solito plauso come autori di un’opera ben fatta, ma il grazie di quanti vorranno apprezzare – e saranno senz’altro numerosi – la vita artistica di un giovane figlio di Francia troppo presto spenta ma da ora più che mai “jamais oubliée”.

 

Annunci

Una Risposta to “Una memoria necessaria”

  1. Irene Says:

    Per conoscere meglio Georges Antoine e non dimenticarlo mai…

    Aveva negli occhi l’essenza della vita, coltivata attraverso la scoperta della bellezza, che dalla sua mente fluiva come un fiume impetuoso e dalle sue mani prendeva forma.

    Conoscere G.A. attraverso le parole dei fratelli Gwénaëlle e Joachin è come riscoprire un tempo passato, sempre vivo e fatto di tenerezze, carezze e profondo coinvolgimento.
    Scoprire G.A. dal lavoro di profonda dedizione e meticolosità compiuto dai genitori è come entrare nella pienezza di un vissuto intriso di amore e scoperte meravigliose.

    Georges Antoine lo sento anch’io vicino, come quando scoprii della sua dipartita leggendola negli occhi del suo papà, mentre gli chiedevo se i bellissimi quadri esposti li avesse fatti lui e Georges mi disse che erano di suo figlio G.A… – Dov’è ora? -, chiesi, non sapendo che G.A. era nell’aria, ovunque volgessi lo sguardo, custode dei suoi affetti, della sua vita persa così ingiustamente e prematuramente….
    Lo lessi nel silenzio gelido di Nicole, silenzio che gridava più forte di miliardi di sirene all’unisono… ancora lo sento il silenzio di Nicole e mi strazia questa sua sofferenza di madre lacerata.

    Una vita ancora oggi per G.A., forte il legame che ci tiene tutti uniti a lui.

    Un abbraccio carissimo e affettuoso per Nicole, Georges, Gwénaëlle, Joachin e Fannie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: