Archive for agosto 2009

La poesia di Angela Procaccini

agosto 30, 2009

Siani 1

Venerdì 4 settembre 2009 alle ore 18.30 presso la Pinacoteca Comunale in Via De Lieto a Gaeta, ci sarà un altro significativo momento poetico organizzato dall’Associazione “la stanza del poeta”. Dopo le quattro serate del Festival “Voci del Mediterraneo 2009” che hanno riscosso un buon successo nel Golfo di Gaeta, una nuova proposta: la poetessa-pittrice napoletana Angela Procaccini.
Ben nota negli ambienti culturali di Napoli e dintorni, già dirigente di Istituti superiori a Ischia e attualmente preside del Nautico di Bagnoli, la Procaccini è peraltro sorella del non dimenticato Prefetto di Latina di qualche anno fa. Come poetessa, è autrice di 4 volumi pubblicati con l’editore Guida (per il quale cura la pagina di poesia sulla rivista “Guida ai libri”).
Scrittrice dal tratto raffinato e dall’ispirazione umana e sofferta, Angela Procaccini verrà presentata a Gaeta da Giuseppe Napolitano. Entrambi leggeranno testi dagli ultimi libri della poetessa, in particolare da “La ninfa dei fiori”, pubblicato pochi mesi fa, che ha già ricevuto notevoli apprezzamenti critici. Sulla terrazza della Pinacoteca, sullo sfondo della rada di Gaeta, la serata sarà senz’altro una piacevole pausa per lo spirito di coloro che verranno, attratti dalla parola del poeta.

scansione0001

Annunci

Enán Burgos

agosto 15, 2009

Va presentato l’ospite più importante del piccolo Festival itinerante “Voci del Mediterraneo 2009”: Enán Burgos – 52 anni, colombiano di origine ma francese di adozione. E’ poeta, pittore, ballerino, promotore culturale ad ampio raggio (e ha appena sposato la sua Corinne, auguri!)…
enan bianco

Nostro ospite a Spigno qualche anno fa, fu ispirato dai rossi succosi sensuali pomodori a scrivere una “satira” alla maniera antica (alla Orazio, per intenderci, meglio Giovenale, con un pizzico di Pasolini…) e la chiamò appunto “Satira del pomodoro”.
La scrisse in spagnolo, in prosa lirica… piena di riferimenti storici e privati, sociologici e culturali. La ha tradotta per il “Festival” Loredana Arru.